Image

Contratto delle Zone Umide marino-costiere dell’oristanese

Cosa è?
Il Contratto delle Zone Umide marino-costiere dell’oristanese costituisce un atto volontario di impegno condiviso per migliorare la tutela e realizzare una gestione integrata delle zone umide del Golfo di Oristano (Siti Ramsar e Siti Rete Natura 2000).

Tale strumento è espressamente disciplinato dal legislatore nazionale all’art. 68 bis del Testo Unico Ambientale (D. Lgs. 152/2006), nonché, a livello locale, dalle Linee Guida Regionali per l’attivazione dei Contratti di Fiume, adottate dalla Regione Autonoma della Sardegna nel giugno 2019, con l’obiettivo di fornire le indicazioni sulla gestione degli aspetti giuridici, normativi e gestionali del Contratto.

Territorio interessato:

  • 6 Siti Ramsar presenti nel Golfo di Oristano: Stagno di Sale ‘e Porcus, Stagno di Mistras, Stagno di Cabras, Stagno di Pauli Maiori, Stagno di S’Ena Arrubia, Stagni di Corru S’Ittiri, Marceddì, San Giovanni.
  • 1 Area Marina Protetta / 1 Area Specialmente Protetta di Importanza Mediterranea: AMP Penisola del Sinis – Isola di Mal di Ventre
  • Siti Rete Natura 2000: 
    SIC (Stagno di Sale ‘e Porcus; Stagno di Putzu Idu, Sa Salina Manna e Pauli Marigosa; San Giovanni di Sinis; Stagno di Cabras; Stagno di Mistras; Stagno di Santa Giusta; Stagno di Pauli Maiori; Sassu –Cirras; Stagno di S’Ena Arrubia e territori limitrofi; Stagno di Corru S’Ittiri).
    ZPS (Stagno di Sale ‘e Porcus; Isola di Mal di Ventre; Stagno di Cabras; Stagno di Mistras; Stagno di Pauli Maiori Stagno di S’Ena Arrubia; Corru S’Ittiri, stagno di San Giovanni e di Marceddì



Tappe del Contratto:

  • Settembre 2017
    La Fondazione svizzera MAVA for the Nature, nell’ambito del suo Piano d’Azione per il Mediterraneo “Enhancing the conservation of coastal wetlands”, ha approvato il progetto MARISTANIS sulla Gestione Integrata delle sei Aree Ramsar del Golfo di Oristano. Cofinanziato da MAVA, il progetto è coordinato dalla Mediterranean Sea and Coast Foundation ed implementato con la collaborazione dell’Area Marina Protetta del Sinis – Isola di Mal di Ventre, e da importanti organizzazioni internazionali che operano nel bacino del Mediterraneo (MedPan, MedWet, Plan Bleu, MedINA e PAP/RAC, BirdLife e Tour du Valat). Il Progetto vede la partecipazione attiva al perseguimento dei risultati attesi dei Comuni di Arborea, Arbus, Cabras, Guspini, Oristano, Palmas Arborea, Riola Sardo, San Vero Milis, Santa Giusta e Terralba;
  • Febbraio 2018 | Oristano
    I Comuni del progetto Maristanis, riuniti nel Local Consultation Group, hanno manifestato la volontà di avviare un percorso decisionale partecipato finalizzato alla gestione integrata e sostenibile degli habitat marino costieri delle zone umide del Golfo di Oristano, tramite la definizione di un Contratto delle Zone Umide marino-costiere dell’oristanese sul modello dei contratti di fiume (ex art. 68 bis del Testo Unico Ambientale) per superare le difficoltà che sistematicamente incontrano nelle fasi di adozione, aggiornamento e implementazione operativa degli strumenti di gestione delle aree umide interessate (Piani di Gestione SIC/ZPS/ZSC dei singoli siti Rete Natura 2000);
  • Ottobre 2019 | San Vero Milis
    Sottoscrizione della Dichiarazione di Intenti (Leggi il documento), con cui i Comuni si sono impegnati a redigere un Programma d’Azione in cui vengono descritte le azioni previste, sono indicati gli attori interessati dal processo, vengono individuate le risorse finanziarie necessarie all’attuazione delle azioni previste e gli obiettivi che, in considerazione di ogni singola azione, si prevede di raggiungere entro un termine indicato;
  • da Ottobre 2019 a Gennaio 2021
    Incontri bilaterali e plenari, in presenza e in via telematica (a seguito dell’emergenza sanitaria Covid-19), tra i Sindaci dei Comuni del territorio interessato, i funzionari della Provincia di Oristano e i rappresentanti del Consorzio di Bonifica dell’Oristanese, con il supporto tecnico di MEDSEA;
  • Settembre 2020
    Adesione al processo del Contratto del Consorzio di Bonifica dell’Oristanese e della Provincia di Oristano e dell’Assessorato della Difesa dell’ambiente della Regione autonoma della Sardegna;
  • Gennaio 2021 | Oristano
    Approvazione del Programma delle azioni del Contratto e istituzione del Gruppo di Coordinamento, costituito dai sottoscrittori del Contratto, cui vengono riconosciute funzioni politico-decisionali e di coordinamento;
  • 5 Febbraio 2021 | Oristano
    Sottoscrizione del Contratto delle Zone umide marino-costiere dell’Oristanese (Accordo di Programmazione Negoziata ex art. 2, comma 203, lettera a) della legge finanziaria n. 662 del 1996).



Soggetti sottoscrittori:

  • Comune di Arbus, Sindaco Andrea Concas;
  • Comune di Cabras, Sindaco Andrea Abis;
  • Comune di Guspini, Sindaco Giuseppe De Fanti;
  • Comune di Oristano, Sindaco Andrea Lutzu;
  • Comune di Palmas Arborea, Sindaco Emanuele Cadoni;
  • Comune di Riola Sardo, Commissario Straordinario Remo Ortu;
  • Comune di San Vero Milis, Sindaco Luigi Tedeschi;
  • Comune di Santa Giusta, Sindaco Andrea Casu;
  • Comune di Terralba, Sindaco Sandro Pili;
  • Consorzio di Bonifica di Oristano, Commissario straordinario Rag. Cristiano Carrus;
  • Provincia di Oristano, Amministratore Straordinario Massimo Torrente;
  • Regione Autonoma della Sardegna – Assessorato della Difesa dell’Ambiente, Gianni Lampis.



Obiettivo:

Il Contratto intende attuare una politica multidisciplinare e pattizia che coinvolge tutti i soggetti interessati, verso una gestione efficace e uno sviluppo sostenibile del territorio, che faciliterà il riallineamento in senso orizzontale tra i diversi piani e programmi a carattere puntuale che hanno dato vita a una governance frammentaria della zona costiera interessata, consentendo una convergenza tra le diverse politiche pubbliche coinvolte.

Gli assi strategici del Programma delle Azione del Contratto includono:

a) Governance territoriale partecipata e capacity bulding;
b) Miglioramento dello stato ecologico dei sistemi idrici;
c) Tutela della biodiversità e del capitale naturale;
d) Riqualificazione del paesaggio e valorizzazione del patrimonio culturale;
e) Green economy - verso un modello di sviluppo del territorio sostenibile e responsabile;
f) Rafforzamento della resilienza al cambiamento climatico;
g) Comunicazione e sensibilizzazione ambientale.


Documenti:

a. Dichiarazione d’Intenti (qui il documento);
b. Analisi conoscitiva (qui il documento);
b. Programma delle Azioni (qui il documento, da pagina 13);
c. Documento strategico (qui il documento);
e. Contratto delle Zone Umide marino-costiere dell’Oristanese (qui il documento);
© 2017 MEDSEA Foundation. All Rights Reserved.