Economia sostenibile

Previous Next

Il 26 ottobre ha avuto inizio ad Oristano il processo partecipativo che segue la nascita del Contratto delle Zone Umide Marino Costiere dell’Oristanese, strumento volontario finalizzato ad una gestione integrata e collettiva dei siti Natura 2000 creati per la tutela dell’incredibile patrimonio ambientale costituito dalle zone umide di questo territorio.  

Previous Next

Cresce la famiglia del “Contratto delle Zone Umide e Costiere” del golfo di Oristano: con una delibera del Consiglio Comunale il comune di Nurachi ha deciso di esser parte dello strumento di governance integrata già composto dalle municipalità di Arborea, Arbus, Cabras, Guspini, Oristano, Palmas Arborea, Riola Sardo, San Vero Milis, Santa Giusta e Terralba, dalla Regione Sardegna, la Provincia di Oristano e il Consorzio di Bonifica Oristanese.

Previous Next

Un premio all’avanguardia nel risparmio delle risorse idriche in agricoltura: ad aggiudicarsi l’Oscar Green nazionale Coldiretti è stato Andrea Liverani, giovane pilota di droni e partner, insieme alla Coldiretti Oristano, nelle attività dedicate all’agricoltura che la fondazione MEDSEA porta avanti all’interno del progetto Maristanis, nato nel 2017 per la conservazione e lo sviluppo sostenibile delle zone umide del golfo di Oristano.

Previous Next

In occasione della Giornata Mondiale dell’Ambiente, che quest’anno coincide con l’inizio del decennio per il rispristino degli ecosistemi programmato dall’ONU, è stato presentato a livello nazionale il Contratto di Costa e delle Zone Umide Costiere, nato all’interno del progetto Maristanis e sottoscritto il 5 febbraio 2021 da dieci comuni che con i loro territori cingono il golfo di Oristano.

 

© 2017 MEDSEA Foundation. All Rights Reserved.