Previous Next

    Un club che coinvolga tutti gli attori economici affacciati sulle “terre d’acqua” dell’oristanese in un percorso comune di continuo miglioramento della sostenibilità ambientale. Nasce “Friends of Maristanis”, il volto privato del progetto dedicato alla tutela e allo sviluppo ecosostenibile delle zone umide che circondano il patrimonio naturalistico dei sei siti Ramsar del golfo di Oristano.

    Previous Next

    Con le pinne “Crash” tocca le pareti della vasca, quasi volesse arrampicarsi. Galleggia con un piccolo angolo acuto rispetto alla superficie. Sarà necessario ancora un po’ di tempo per recuperare completamente l’equilibrio. Poi si immerge, raggiunge lo zerro sul fondo e lo fa sparire fra le fauci, generando nell’acqua un’effimera macchia scura.

    Previous Next

    “Ci stiamo divertendo molto, e poi è bello pensare di fare qualcosa per le zone umide, così ricche di specie. Io abito vicino a Marceddì, e vedo spesso i fenicotteri. Poi basta salire in barca e a Capo Frasca puoi incontrare i delfini”. Davide procede assorto lungo la breve striscia di sabbia e polvere di conchiglie che separa le acque dello stagno di Santa Giusta dall’eucalipteto.

    Previous Next

    Il canneto è d’oro nella prima luce del mattino. Intorno resiste ancora, effimero, il grigio metallico dell’alba. Una pozza d’acqua circonda l’esile tronco di un giovane albero, là dove la piccola massicciata si solleva per diventare il sentiero, separato nei solchi del camminamento da una lunga striscia d’erba. Uno stormo di pavoncelle passa fluttuando nelle sue morbide esitazioni. 

    © 2017 MEDSEA Foundation. All Rights Reserved.